Partner
Sostenitori
Giuda Tecnica 2015
Convezioni
Canale YouTube
Forum
ciclismo in liberta`
Discuti di ciclismo con noi, di quello che succede in societa' e non solo.
Associazioni
UCI Europe Tour
UCI Europe Tour.
C.O.N.I.
Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
F.C.I.
Federazione Ciclistica Italiana
A.O.C.C.
Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche.
ACSI Ciclismo
Comitati Provinciali di Genova e Savona
Chi è online
 36 visitatori online
ATTENZIONE!
  • Questo sito fa uso COOKIES

    Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Continuando la navigazione accettate l'uso dei cookies.

    Informativa estesa sui Cookies

Edizione 2015

Fraile vince il 76° Giro dell'Appennino

arrivo 2015

A 32 anni di distanza da Marino Lejarreta, un corridore spagnolo torna a trionfare al Giro dell'Appennino: a conquistare la 76esima edizione della classica dell'US Pontedecimo davanti ad una buona cornice di pubblico è stato infatti il basco (corregionale dello stesso Lejarreta) Omar Fraile, 24enne portacolori della formazione professional iberica Caja Rural-Seguros RGA. Per Fraile, che in passato aveva fatto parte del vivaio della storica Euskaltel, si tratta della prima vittoria da professionista in carriera. La prima parte della corsa, dedicata quest'anno alla memoria dello storico commissario tecnico della nazionale italiana Alfredo Martini, è stata animata da una fuga di Simone Andreetta (Bardiani), Marco Frapporti (Androni), Giorgio Cecchinel (Southeast), Jacopo Mosca (Italia), Angel Madrazo (Caja Rural), Alexander Rybakov (Rusvelo), Giovanni Pedretti (Unieuro), Dmitry Sokolov (Lokosphinx) e Stefan Praxmarer (Tirol) partita al chilometro 23 e che si è esaurita sulla Bocchetta dopo aver toccato un vantaggio massimo di 4'10".

Il traguardo spostato nuovamente a Pontedecimo ha restituito al Passo della Bocchetta un ruolo potenzialmente decisivo e sulle rampe della salita delle streghe sono stati due corridori veronesi a dare spettacolo: Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini) ha attaccato a ripetizione e con lui è rimasto solo Edoardo Zardini della Bardiani; notevolissimo il tempo di scalata della Bocchetta (vedi tempi della bocchetta), di poco superiore ai 22 minuti segno che il Giro dell'Appennino continua ad essere un ottimo test di avvicinamento per chi vuole far bene al Giro d'Italia. Cunego e Zardini hanno scollinato per primi anche sul Passo della Castagnola e sul Passo dei Giovi, ma in discesa l'intesa è venuta meno e da dietro sono riusciti a rientrare Franco Pellizotti, Francesco Manuel Bongiorno, Stefano Pirazzi, Simone Petilli, Amets Txurruka e Omar Fraile, con quest'ultimo che aveva provato a seguire i due scatenati attaccanti sulla Bocchetta.

Leggi tutto...

 

Curiosando tra gli iscritti 76° Giro dell'Appennino

premiazione cunegoAnche se il cast definitivo dei partenti si saprà solamente sabato pomeriggio, quando i direttori sportivi presenteranno le licenze dei loro corridori al Collegio di Giuria, al Serravalle Retail Park, possiamo comunque curiosare tra gli iscritti al 76° Giro dell’Appennino TRECOLLI CUP - Memorial Alfredo Martini (elenco iscritti e elenco delle squadre).

Per la prima volta è iscritto un atleta albanese. Il più giovane al via potrebbe essere Andrea Tomassini, della Mg.Kvis-Vega, 18 anni e 223 giorni il prossimo 26 aprile; i più anziani sono Franco Pellizotti, ex Campione Italiano, 37 anni il 15 gennaio scorso, e David Arroyo, secondo nel Giro d’Italia del 2010, 35 anni compiuti il 7 gennaio scorso. 

Leggi tutto...

 

Presentato ufficialmente il 76° Giro dell’Appennino

Presentazione al Coni per sito

Nella Sala Coni del Palazzo delle Federazioni, alla presenza del “padrone di casa” Vittorio Ottonello, Presidente del Comitato Regionale Ligure del Coni, dell’Assessore allo sport della Regione Liguria Matteo Rossi,  del Presidente del Comitato Ligure della Federciclismo Sandro Tuvo, del Presidente del Comitato dell’Area Metropolitana di Genova Stefano Benedetto, è stato presentato, venerdì 17 aprile, il 76° Giro dell’Appennino Tre Colli Cup, quest’anno Memorial Alfredo Martini. L’indimenticato e indimenticabile C.T. della Nazionale Italiana, alla guida della quale ha conquistato 6 medaglie d’oro, 7 d’argento e 7 di bronzo, vinse nel 1947 l’ottava edizione del Circuito dell’Appennino.

(Nella foto: Il Presidente dell'U.S Pontedecimo Ciclismo Ivano Carrozzino, il Presidente Regionale del Coni Prof. Vittorio Ottonello, l'Assessore allo Sport della Regione Liguria Matteo Rosssi intervistati da Ottavio Traverso)

Erano presenti alla cerimonia Silvia e Milvia Martini, le figlie di Alfredo, accompagnate dall’amico Marco Mordini, che, insieme a Marco Pastonesi e Carlo Delfino ha raccontato aneddoti relativi alla carriera del grande maestro di vita e di ciclismo. 

Leggi tutto...

 

Anche il Magico Tempe al Giro dell'Appennino 2015

Magico TempeIn attesa di conoscere i nomi dei corridori in gara al 76° Giro dell'Appennino, c'è già chi ha confermato la propria presenza alla corsa organizzata dall'US Pontedecimo: si tratta del ciclista acrobata Simone Temperato, in arte Magico Tempe, che poco prima del passaggio dei corridori scalerà il Passo della Bocchetta pedalando solamente con una ruota. Molto famoso per questo suo straordinario genere di imprese, il Magico Tempe quest'anno aggiungerà un'altra difficoltà al proprio tentativo: l'obiettivo, infatti, non sarà solo quello di completare la scalata, ma di farlo migliorando il tempo di 40'17" che fece segnare su queste strade nel 2010.

Gli appassionati che sceglieranno di posizionarsi sulle rampe del Passo della Bocchetta avranno modo di assistere quindi a quest'ulteriore sfida che sarà scortata da cinque Fiat 500 del Club Italia di Garlenda (sede mondiale delle Fiat 500) per uno spettacolo che sicuramente sarà unico. Una volta giunto sulla vetta il ciclista acrobata di Bassano del Grappa deporrà sui Marmi della Bocchetta un mazzo di garofani rossi in memoria di Giorgio Delfino, un grande appassionato di ciclismo venuto a mancare alcuni anni fa, una persona speciale che è stata l'artefice della scalata di Simone nel 2010 per questo lo vuole omaggiare a cinque anni di distanza. La partenza da Campomorone è fissata attorno alle ore 13.30 con un'ora di anticipo sul passaggio della corsa.

 

Preliminari e Partenza al Serravalle Retail Park

SRPIl percorso completo del Giro dell'Appennino 2015 verrà svelato ufficialmente venerdì 17 aprile, ma anche quest'anno sarà il Serravalle Retail Park ad ospitare la partenza e tutte le operazioni tecniche preliminari di questa affascinante classica del ciclismo italiano. La vigilia della corsa sarà animata dalla verifica licenze e dalla riunione dei direttori sportivi, per i tifosi il vero appuntamento è fissato per domenica 26 aprile alle ore 10 quando i primi corridori arriveranno a firmare il foglio di partenza: il gruppo darà le prime pedalate alle ore 11 per muoversi verso Novi Ligure dovrà sarà posto il via ufficiale della gara.

«Ogni anno in Italia spariscono tante corse storiche - spiega il presidente dell'US Pontedecimo Ivano Carrozzino - e se il Giro dell'Appennino continua a resistere e ad andare avanti in mezzo a tante difficoltà è grazie al sostegno di sponsor come il Serravalle Retail Park che è con noi per il terzo anno consecutivo. Dal punto di vista tecnico il collegamento tra il Basso Piemonte e la Liguria rappresenta alla perfezione l'essenza della nostra corsa e non dimentichiamoci del grande valore storico che ha una partenza da queste terre, qui sono nati e cresciuti i campionissimi Fausto Coppi e Costante Girardengo e siamo sempre felici di rendere omaggio a personaggi di tale portata».